STEFANO NOSEI

in
SONO NATO DELICATO
(dal cabaret a James Taylor)

con Andrea Maddalone

 

SONO NATO DELICATO non è uno spettacolo di Teatro canzone, non è un concerto e neppure cabaret E’ tutte queste cose insieme!
Il nuovo Nosei 2.0 mantiene intatta l’ironia leggera che ha sempre accompagnato la sua comicità in musica.

SONO NATO DELICATO è un piccolo trattato semiserio sulla delicatezza, con racconti e canzoni scelte tra i più grandi successi della musica pop (Barbie girl, The wild boys, Sei forte papà, Satisfaction ecc. ecc.), ma suonati e cantati alla maniera di James Taylor, il massimo cantore del lato delicato delle cose. Un diverso stile, un altro punto di vista e il senso delle canzoni assume significati sorprendenti. Se, per un gioco immaginifico facessimo cantare Il cielo in una stanza a Bob Marley la versione reggae diventerebbe…. Il chilum in una stanza! E in effetti se suona un’armonica e vi sembra un organo… qualcosa dovete aver fumato per forza!

Barbie girl “taylorizzata” si trasforma da canzoncina di plastica in struggente ballata sull’amore imperituro tra Barbie e Ken. E scopriamo che alcune delle sigle più famose delle pubblicità televisive degli anni 80 non erano altro che rifacimenti delle canzoni di James Taylor.

Nosei coinvolge e accompagna il pubblico alla ricerca del lato delicato delle cose senza perdere l’occasione di citare centoni, personaggi e storie della canzone italiana.

Il rigore musicale viene garantito dalle chitarre e dagli arrangiamenti di Andrea Maddalone, partner di Nosei sul palco e nell’album

Lovin’ James dal quale sono tratte le canzoni dello spettacolo e che vede amici e musicisti come Paolo Fresu, Rocco Tanica e Faso di Elio e le Storie tese, Fede Poggipollini e molti altri partecipare al gioco della taylorizzazione da cui nasce l’idea di SONO NATO DELICATO.