ConsAQuartet

ConsAQurtet è il nuovo quartetto jazz nato in seno al Conservatorio A. Casella dell’Aquila grazie a quattro docenti del dipatimento jazz del conservatorio da cui provengono: Max Ionata al sax tenore e soprano, Paolo Di Sabatino al pianoforte, Glauco Di Sabatino alla batteria e Luca Bulgarelli al contrabbasso.
Il progetto prende forma con la volontà di promuovere il conservatorio aquilano attraverso l’immagine e il carisma di quattro musicisti di levatura internazionale che, nel corso della loro carriera, hanno stretto collaborazioni con i più grandi artisti della scena jazz attuale.

Classe 1972, MAX IONATA è considerato uno dei maggiori sassofonisti italiani della scena jazz contemporanea che in pochi anni ha conquistato l’approvazione di critica e pubblico riscuotendo sempre grandi successi in Italia e all’estero. Ha all’attivo la pubblicazione di oltre settanta dischi e collaborazioni con musicisti italiani ed internazionali, risultando uno degli artisti italiani più apprezzati all’estero, in particolare in Giappone dove gode di una notevole fama artistica. Oltre a guidare diversi progetti a proprio nome, collabora stabilmente con alcuni dei migliori musicisti della scena internazionale. Ha suonato nei più importanti jazz club e jazz festivals al mondo e ha collaborato con grandi musicisti tra i quali: Robin Eubanks, Reuben Rogers, Clarence Penn, Lenny White, Billy Hart, Alvin Queen, Joe Locke, Anne Ducros, Steve Grossman, Mike Stern, Bob Mintzer, Bob Franceschini, Hiram Bullock, Joel Frahm, Miles Griffith, Anthony Pinciotti, Jon Cowherd, John Benitez, Dino Piana, Roberto Gatto, Dado Moroni, Stefano Di Battista, Gegè Telesforo, Giovanni Tommaso, Flavio Boltro, Furio Di Castri, Fabrizio Bosso, Enrico Pierannunzi, Mario Biondi, Ornella Vanoni, Sergio Cammariere, Renzo Arbore e molti altri.
Si è esibito in Giappone, Cina, Olanda, Inghilterra, Francia, Polonia, Spagna, Portogallo, Serbia, Svizzera, Danimarca, Germania, Emirati Arabi, Kuwait, Perù, Stati Uniti d’America.

LUCA BULGARELLI nasce in Abruzzo nel 1972. Inizia a studiare basso elettrico e successivamente contrabbasso. Studia ai seminari di Siena Jazz nel 1992 dove vince una borsa di studio. Si diploma in Contrabbasso presso il Conservatorio di Campobasso nel 1997. Ha suonato nei più importanti Jazz Festival italiani e internazionali: Perugia, Pescara, Roma, New York, Berlin, Hamburg, Leipzig, Paris, Lion, Porto, Malaga, Tel Aviv, Jerusalem, Budapest, Copenhagen, Pechino, Algeri, Montreal, L’Aja, Luxemburg, Brussels, Varsavia, Tokyo, Shanghai, Bangkok, New Delhi, Goa, Buenos Aires, Montevideo, Helsinky, Tallin, Bergen, Istanbul, Vienna, Basilea, Zurigo.
Ha collaborato e collabora con: Enrico Pieranunzi, Roberto Gatto, Maurizio Giammarco, Enrico Rava, Paolo Fresu, Rita Marcotulli, Mariapia De Vito, Nicola Stilo, Rosario Giuliani, Stefano Bollani, Gianluca Petrella, Fabrizio Bosso, Stefano Di Battista, Gunther Schuller, Kenny Wheeler, Mike Manieri, George Garzone, Toninho Horta, Alain Jean Marie, Mundell Lowe, Philip Catherine, Rick Margitza, Bob Mintzer, Tooth Thielemans, John Abercrombie, Dave Liebman. E nel mondo della musica leggera con: Mimmo Locasciulli, Francesco De Gregori, Beppe Servillo, Paola Turci, Daniele Silvestri e Sergio Cammariere con il quale ha inciso 5 album. Attualmente è docente di contrabbasso jazz presso il conservatorio dell’Aquila e al Saint Music College di Roma. Inoltre come SOUND DESIGNER e produttore del suono ha missato e masterizzato diversi lavori per prestigiose etichette discografiche: Emarcy/UNIVERSAL, CAM jazz, ALBOREJAZZ, Abeat records, AUAND, WIDESOUND, DREYFUSJAZZ, VIAVENETOJAZZ, GIANDOMUSIC.

PAOLO DI SABATINO Pianista, Compositore, Arrangiatore. Nato a Teramo il 26 settembre 1970, inizia giovanissimo lo studio del pianoforte sotto la guida del padre e si diploma nel 1990 col massimo dei voti, la lode e la menzione speciale, presso il Conservatorio di Bari. Nel 1994, nello stesso Conservatorio, consegue il diploma di Musica Jazz. Dedicatosi esclusivamente al jazz si esibisce con varie formazioni a proprio nome dal “piano solo” all’ottetto. Ha partecipato a numerose trasmissioni radio-televisive (Radio Rai 1,2,3, Radio Capital, Rai News 24, Tg2, Domenica In, La7) e suonato in importanti clubs e festivals, tra i quali ricordiamo: Fano, Pescara, Pomigliano, Urbino, Festival pianistico del Gargano, Lignano, Foggia, Bergamo, Villa Celimontana, Cagliari, Veneto Jazz, Aosta, Ruvo di Puglia, Ai Confini tra Sardegna e Jazz; Lugo Jazz Festival, Salamanca Jazz Festival, Jazz Atlantico (Auditorio de Tenerife) (Spagna); Berlino, Amburgo, Oslo, Goteborg; Tokyo, Osaka, Shizuoka (Giappone); Novo Mesto, Losanna, Minsk; Mosca, Kursk, Krasnodar, Arkhangelsk, Ekaterinburg, Nizhny Tagil, Nizhniy Novgorod, San Pietroburgo, Kovrov (Russia); Perelik (Bulgaria), Santiago, Chicureo e San Bernardo (Cile), Cordoba e Buenos Aires (Argentina).
Ha suonato con: M. Urbani, G. Capiozzo, M. Roche, M. Cafiero, P. Fresu, S. Satta, N. Arigliano, L. Konitz, R. Giuliani, G. Coscia, E. Palermo, L. Patruno, G. Telesforo, E. Rava, M. Giammarco, I. De Paula, M. Rosa, R. Rossi, G. Cazzola, L. Bulgarelli, M. Di Leonardo, D. Deidda, C. Meyer, R. Gatto, B. Mintzer, P. Leveratto, A. Marcelli, P. Damiani, M. Raja, M. Garay, B. Cobham, D. Samuels, J. Berlin, P. Costa, L. Colombo, P. Drummy, J. Levy, M. Sherman, D. Johnson, T. Horner, B. Franceschini, T. De Piscopo.

GLAUCO DI SABATINO Figlio d’arte, è cresciuto in un ambiente dove sin da giovanissimo ha respirato aria di musica iniziando così a studiare pianoforte sotto l’auspicio del padre Vincenzo. Si laurea in Strumenti a percussioni al Conservatorio Piccinni di Bari. Raffinato sperimentatore e ricercatore di sonorità particolari e uniche che attualmente identificano il suo stile; si è confrontato da sempre perfezionandosi con grandi batteristi  del calibro di Horacio “El Negro” Hernandez, Christian Meyer, Massimo Manzi, Michel Camilo, Anthony Jackson, Carlitos Puerto, Franco D’Andrea, Javier Girotto. Inizialmente il suo eclettismo musicale lo fa interprete di diversi stili musicali ma si colloca principalmente nel jazz entrando a far parte del Trio del fratello Paolo. Affianca musicisti, quali: Luca Bulgarelli, Fabrizio Bosso, Javier Girotto, Renzo Ruggieri, Marco Siniscalco, Massimo Moriconi, Daniele Scannapieco, Andrea Braido, Jerry Popolo, Irio De Paula e cantanti come Antonella Ruggiero, Piero Mazzocchetti e Fabio Concato, Paola Turci, Grazia Di Michele, Gino Vannelli, Peppe Servillo, Iva Zanicchi, Gegè Telesforo, Linda Valori, Awa Ly, Sandy Muller, Luca Canonici. Ha al suo attivo numerose incisioni discografiche e ultimamente registra la colonna sonora di Andrea Guerra nel film MAMMA O PAPA’ di Riccardo Milani.
Dal 2008 incide con “Paolo Di Sabatino Trio” per l’etichetta giapponese Atelier Sawano: da questa collaborazione scaturisce una tournee in Giappone. Altra importante incisione discografica con il gruppo The Postcard from Brazil” (P. Di Sabatino, F. Bosso, M. Siniscalco, B. Marcozzi, G. Caporale) e successive esibizioni per jazz clubs italiani  (Pescara, Fano, Firenze) e festivals (Gubbio, Teramo) e con i Funkallero (F. Mandolini, P. Di Sabatino, D. Scannapieco, W. Monini). Altra propensione particolare è nei confronti della didattica, dote difficilmente compatibile con i grandi musicisti in carriera, invece questo ingrediente amalgamante della vita artistica di Glauco Di Sabatino; infatti ha una sua scuola metodologica seguita da una ricca schiera di giovani allievi; ed è con questi presupposti che consolida con le edizioni “Sinfonica Jazz” – Distribuzione “Nuova Carisch” il metodo per batteria “Over the Pop”, con la prefazione di Christian Meyer,  acquistabile sui siti e nei negozi specializzati del settore musicale.
LINK:
Luca Bulgarelli
www.slmc.it/portfolio/luca-bulgarelli/
Paolo Di Sabatino
www.paolodisabatino.it
Max Ionata
www.maxionata.com